Imbarcabili

Venti persone con disabilità si sfidano in una gara di pesca d’altura nel Mare Adriatico

Un’esperienza in mare aperto accessibile a tutti

Dopo gli appuntamenti dei mesi scorsi ai vari laghetti sportivi, il team CROSSabili – Dal Farra ha alzato l’asticella e organizzato nella giornata di sabato 22 Maggio un evento indimenticabile per 20 ragazzi con disabilità da tutta Italia, che si sono imbarcati dalla Marina di Porto Levante per una gara di pesca d’altura.
Il tutto è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il Levante Fishing Club di Porto Viro e i proprietari delle 12 barche messe a disposizione per l’evento: insieme a 45 volontari, hanno aiutato i ragazzi a salire sulle imbarcazioni e li hanno condotti in mezzo alla laguna per la gara, con giro finale in mare aperto.

ImbarcABILI è la nuova idea di Mattia Cattapan, fondatore dell’associazione CROSSabili e Alvaro Dal Farra, campione di motocross e freestyle, e fa parte di un progetto ancora più ampio denominato “Disabili in Viaggio”.

Si tratta di un’iniziativa mai proposta finora, unica nel suo genere: avendo a disposizione gli strumenti giusti non esisteranno più limiti, e anche le persone con disabilità riusciranno a vivere esperienze indimenticabili e partecipare da veri protagonisti.

Una giornata per vivere il mare senza limitazioni

All’alba di sabato mattina, chi prima chi dopo, da varie parti d’Italia tutti sono partiti con un’unica destinazione: Marina di Porto Levante, in provincia di Rovigo. Lo scenario è quello magico del Delta del Po e la compagnia è decisamente in fibrillazione per la gara che sta per iniziare.
Dopo aver sbrigato tutte le pratiche (tra cui la misurazione della temperatura e le liberatorie Covid), i ragazzi vengono assegnati ai vari mezzi e alle persone volontarie, che si adoperano per aiutarli durante l’imbarco.
Poco prima di mezzogiorno le imbarcazioni raggiungono la postazione assegnata in laguna e la pesca può avere inizio: vengono pescate orate, gallinelle, che verranno successivamente pesate per decretare le squadre vincitrici.
Per finire, dopo un divertente pranzo al sacco a bordo, un emozionante giro in mare aperto e il rientro al porto per la pesata finale, che vedrà vincitori sul podio Walter Dorigo con il “Team Luchino”, secondo Mattia Cattapan con il “Team Happy Fish” e terza classificata Luna Baggio con il “Team Gianni Sette”.
Immancabile, in attesa della cena a base di pesce, la moto terapia e un piccolo spettacolo di Alvaro Dal Farra, che per la prima volta salta ben tre ragazzi distesi a terra!

Tutti possono essere protagonisti, non solo spettatori

Queste giornate sono la dimostrazione che non esistono limiti e che la condizione di una persona non deve essere un ostacolo per provare emozioni nuove.
L’obiettivo del progetto Disabili in Viaggio, con i suoi vari eventi, è quello di offrire un punto di vista differente, per sradicare l’idea dell’impossibile.
Con “ImbarcABILI” tutti sono potuti salire su una barca accessibile, vivere un’esperienza in mare aperto, divertirsi a pescare e passare una giornata fuori dagli schemi e in compagnia.
Il tutto in maniera completamente gratuita, visto che i costi sono stati sostenuti interamente da CROSSabili grazie alle donazioni e al prezioso supporto degli sponsor.

“Mi sono reso conto, ancora una volta, che condividere le proprie passioni con gli altri sia davvero la cosa più bella del mondo: i proprietari delle barche sono tornati a casa con il cuore pieno di gioia, i volontari hanno messo a disposizione le proprie capacità e seguito i ragazzi con entusiasmo e dedizione, permettendo loro di vivere un’esperienza a dir poco emozionante” afferma Mattia ripensando alla giornata appena trascorsa. “Ad ogni evento riusciamo a creare qualcosa che va oltre ogni aspettativa, e nonostante ci sia molta fatica e lavoro per organizzare il tutto, la ricompensa più grande sono sempre i sorrisi e l’entusiasmo che vediamo nei volti di tutti. In fin dei conti, ogni volta è molto più quello che ricevo, di quello che riesco a donare in termini di idee, tempo, organizzazione e “fatiche”, anche fisiche.”

Ringraziamo di cuore il Levante Fishing Club, Alta Marea Levante, Grillox, tutti i volontari e i proprietari delle barche per aver reso possibile questa giornata e la barista Bruna e il ristorante Dragan per averci sfamato.
Ulteriori ringraziamenti vanno a tutti gli sponsor (elenco) e a FaceDonate per aver raccolto 2.500€ in donazioni, che ci hanno permesso di realizzare ancora una volta un evento in grado di portare sorrisi e felicità.

No Comments

Post A Comment